"Prof. ho una domanda sulla messa"


immagine

Appena arrivo a scuola nella hall d'ingresso c'è una confusione insolita. Cerco Clara, la bidella, vero pilastro organizzativo della scuola. "La seconda B è chiusa, Clara, come mai?" "Professore, stamattina c'è il film per le seconde, in aula magna..." E il sorriso finale con cui distoglie lo sguardo, mi fa capire che anche stamattina mi sono perso un pezzo di scuola. E con un po' di senso di frustrazione, sistemo i registri in sala insegnanti finché un vocio intenso mi ruba l'attenzione. E lentamente alcuni studenti sciamano fuori dall'aula magna. Mi affaccio sul corridoio e lo sguardo di Miriam mi chiama: "Prof. si è bloccato il proiettore!" Insieme alle inseparabili Elisa e Nives, sghignazzando, vengono verso di me. Ed Elisa ne approfitta: "Prof. ho una domanda sulla messa". "Ah - faccio io - tu vai a messa?". "Vabbé, ogni tanto sì..., solo che mi rompe un po'. Ma perché si deve fare sempre la messa uguale: stesse parole, stesse cose, stesse canzoni... e poi tutti fermi per mezz'ora... Ma non si potrebbe farla un po' più... da festa insomma...". "Eh sì, Elisa, - le dico - che facciamo? un party?... o un rave?... dai... ma ti pare?". E sorrido con ironia...

allegati:
 •
secondo banco di Gilberto Borghi:
xxx Fonte : duomorovigo.it
inserito il 01 marzo 2013 (997)
- Famiglia